31 Ottobre 2014
Fave dei morti
INGREDIENTI: – 150 gr di farina – 150 gr di zucchero – 160 gr di mandorle tostate – 50 gr di burro – 1 uovo – mezzo cucchiaino di cacao amaro – 10 gocce di essenza di mandorle amare – mezzo cucchiaino di ammoniaca per dolci (si avete letto bene, il bicarbonato di ammonio è un tipo di lievito per dolci che si usava prima della bustina che conosciamo oggi, non è tossico e si trova facilmente nei supermercati) – 2 cucchiaini di latte – una spolverata di cannella – la scorza grattugiata di mezzo limone PROCEDIMENTO: Per prima cosa frullo le mandorle e lo zucchero. In una ciotola raccolgo la polvere ottenuta e aggiungo la farina, il burro ammorbidito, l’uovo, il cacao, l’aroma di mandorle, la scorza grattugiata del limone e la cannella. Ad ultimo metto mezzo cucchiaino di ammoniaca sciolto in 2 cucchiaini di latte. Amalgamo il tutto fino ad ottenere un impasto simile ad una frolla. Con le mani formo delle palline leggermente schiacciate che andrò a posizionare su una teglia da forno. Inforno a 180° per 20 minuti. Trascorso questo tempo in superficie saranno ancora morbide, ma va bene così perchè poi si seccheranno all’aria. Dovranno risultare croccanti fuori e morbidi dentro. Per visionare la ricetta con le foto passo passo visitate il mio blog al link qui sotto:
leggi tutto
07 Novembre 2014
Colombaccio alla cacciatora
INGREDIENTI per 4 persone: – n. 2 colombacci – olio di oliva – mezza costa di sedano – mezza carota – mezza cipolla – n. 1 rametto rosmarino – n. 6 foglie salvia – n. 10 olive nere – n. 1 filetto d’acciuga – n. 4 capperi – 50 gr di pancetta – 1 dado – mezzo bicchiere di vino bianco – acqua PROCEDIMENTO: Per prima cosa spenno ed eviscero i colombacci. In una pentola capiente metto l’olio, il sedano, la carota, la cipolla e faccio soffriggere qualche istante metto i colombacci nella pentola e aggiungo le olive, il rosmarino, la salvia, il filetto di acciuga, i capperi, la pancetta e inizio la cottura a fuoco vivo girandoli spesso per colorirli su tutti i lati. Quando avranno cambiato colore sfumo con il vino bianco. Quando il vino bianco sarà evaporato aggiungo il dado e mezzo bicchiere d’acqua, abbasso il fuoco e cuocio per circa 2 ore girandoli spesso, aggiungendo quando è necessario altra acqua. Il tempo di cottura varia a seconda dei colombacci che abbiamo a disposizione, essendo un animale selvatico non sappiamo se sia giovane o vecchio, quindi bisogna regolarsi ad occhio. Quando si infilzeranno bene con la forchetta sono cotti. Li ho serviti con un contorno di patate in padella e li ho accompagnati con un bicchiere di Novello della Cantina Annesanti. Per visionare la ricetta con le foto di tutti i passaggi visitate il mio blog al link qui sotto:
leggi tutto
28 Novembre 2014
Spezzatino di agnello tartufato
INGREDIENTI PER 5 PERSONE: – 1,5 Kg di spezzatino di agnello – olio extravergine di oliva – 1 spicchio d’aglio – rosmarino – salvia – sale – peperoncino – mezzo bicchiere di vino bianco – 100 gr di tartufo grattugiato PROCEDIMENTO: In una padella verso l’olio e lo spicchio d’aglio e lo faccio rosolare qualche minuto, poi aggiungo la carne, la salvia, il rosmarino, il sale, il peperoncino ed alzo la fiamma. Appena si sarà rosolato un pò (circa 10 minuti) verso il vino bianco, quando il vino bianco sarà sfumato abbasso la fiamma e copro con il coperchio, aggiungo poca acqua per volta in modo che non si attacchi. Dovrà cuocere per circa un’ora, quando sarà morbido da spezzarsi con il cucchiaio di legno assaggio per sentire se sta bene di sale. In un pentolino a parte metto l’olio (circa 4 cucchiai), il tartufo grattugiato e 2 pizzichi di sale, appena avrà preso calore spengo il fornello (mi raccomando l’olio non deve bollire altrimenti si brucia il tartufo) e lo verso sopra l’agnello. Mescolo bene il tutto in modo da insaporire bene la carne e impiatto, l’ho servito con un crostino al tartufo e un bicchiere di Rosso Umbria IGT della Cantina Annesanti. Per visionare la ricetta con le foto di tutti i passaggi visitate il mio blog al link qui sotto:
leggi tutto
18 Dicembre 2014
Panpepato ternano
INGREDIENTI per circa 40 panpepati: – 1,250 kg di nocciole tostate – 1,250 kg noci – 1 kg di mandorle tostate – 300 gr pinoli – kg 1 cioccolato fondente – 500 gr di cacao amaro – 500 gr di cacao zuccherato – 300 gr canditi a cubetti – 380 gr di uvetta – 2 cucchiaini di noce moscata in polvere – 4 cucchiaini di cannella – 300 gr di zucchero – 1 kg di miele – 8 caffè lunghi – 4 bustine di vanillina – 2 bicchierini di maraschino (qui trovate la mia ricetta) – 4 bicchierini di mosto cotto – 1 bicchierino di rosolio di cannella – 2 cucchiaini di pepe nero – farina q.b. PROCEDIMENTO: Per prima cosa metto a bagno l’uvetta in acqua calda e la lascio ammollare, nel frattempo in una pentola metto a sciogliere il cioccolato fondente insieme al caffè e il miele. In una ciotola campiente verso la frutta secca: nocciole, mandorle, noci e pinoli. Quando il cioccolato sarà ben sciolto lo verso sulla frutta secca. mescolo bene il tutto con un cucchiaio di legno poi aggiungo l’uvetta, i canditi, il cacao, la noce moscata, la cannella, lo zucchero, la vanillina, i liquori e il pepe, e mescolo di nuovo con un cucchiaio di legno oppure con le mani. Aggiungo poi la farina fino ad ottenere un composto abbastanza sodo, ma che si riesce a lavorare bene, io ne ho messa circa 400 gr. Vado poi a formare i pampepati. Con l’aiuto di un mestolo di acciaio e un cucchiaio formo i pampepati e li posiziono su una teglia rivestita con carta da forno. Inforno a 250 gradi per circa 15 minuti. Per visionare la ricetta con le foto di tutti i passaggi visitate il mio blog al link qui sotto:
leggi tutto
Comune di Montefranco
Via di Mezzo, 1 - 05030 - Comune di Montefranco (TR)
Tel. 0744.389242 - Fax 0744.387231 - P.Iva 00092290550
IBAN IT37P0631572681100000046004
PEC: comune.montefranco@postacert.umbria.it
loghi enti finanziatori